L'artista francese Pierre-Marie Lenoir si è ispirato al concetto di fusione presente nella storica serie Dragon Ball (in cui personaggi più o meno delle stesse dimensioni e potenza possono fondersi insieme per formare un più potente personaggio), per ampliarlo e includere personaggi di un altro universo.

Per quanti allenamenti a gravità aumentata possiate fare, è davvero difficile che riusciate mai raggiungere il livello di potenza di Goku o Vegeta. Quello che potete fare, però, è indossare le sneakers ispirate ad alcuni personaggi di Drangon Ball Z.

È da un po’ che fra le contee nerdiche e mangofile si discute della sopravvivenza di quell’universo grande e fantasioso che ha accompagnato molte infanzie e adolescenze da quelle del “lontano” 1984 a questa parte: l’universo di Dragonball.

Per dovere di cronaca, voglio spiegare ai neofiti che la vera epopea di Dragon Ball è SOLO E UNICAMENTE QUELLA DEL MANGA. Dopo la conclusione della saga di Majin Bu, tutto ciò che segue è un mucchio di merda utile solo a fregare i fan più nostalgici.
Non fa di certo eccezione quest’ultimo ignobile abominio: Dragon Ball Z Battle of Gods.

Sponsorizzata

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via