L'attesa è finita, dopo mesi e mesi passati a vedere i trailer, le foto in anteprima, le locandine e le varie interviste presenti nella rete e sulle riviste cinematografiche il grande giorno è arrivato. Ieri, 13 dicembre 2012, è finalmente uscito "Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato" tratto ovviamente dal romanzo "Lo Hobbit" del grande e supremo Tolkien. 

Come (quasi) tutti saprete la storia racconta l'avventura di un giovane Bilbo Baggins, lo zio di Frodo, dove è lui stesso a fare da narratore mentre scrive sul suo quadernetto le emozionanti imprese affrontate in gioventù insieme allo stregone Gandalf e un gruppo di nani scalmanati capitanati dal principe Thorin, detto Scudo di Quercia. 

Ma dato che voglio sperare che la storia la conosciate tutti, vorrei soffermarmi principalmente sul film:

Innanzitutto il 3D de "Lo Hobbit" è il migliore che abbia mai visto, questo è dovuto al fatto che il film è girato in 3D nativo, dove in ogni ripresa effettuata sono state usate due videocamere (per saperne di più a riguardo clicca QUI)

Gli effetti speciali sono realizzati in modo esemplare, in cui ogni dettaglio risalta splendidamente, sia per quanto riguarda le ambientazioni, di cui mi ha particolarmente colpito la città sotterranea dei Goblin , che per i personaggi come gli Orchi e i Mannari da ricognizione.

I personaggi sono ben caratterizzati, anche se ovviamente chi spicca è Bilbo, Gandalf e "l'idolo delle folle" Thorin, il personaggio che più mi ha sorpreso. Gandalf è....Gandalf, non serve dire quanto figo sia lo stregone grigio. Bilbo da giovane è un personaggio interessante, già nel primo film lo vediamo evolversi psicologicamente ma senza stravolgerne la sua natura di Hobbit pacifico e amante  del quieto vivere. Mentre Thorin come ho già detto fa la sua grandissima figura da perfetto leader di un gruppo di nani rozzi e divertenti ma dal grande cuore.

La colonna sonora trasuda epicità da ogni singola nota, ennesimo lavoro svolto ottimamente da Howard Shore, autore della colonna sonora del Signore degli Anelli, dove predomina la canzone dei nani che avete avuto modo di sentire già nel trailer.

Per quanto riguarda il doppiaggio non ho nulla da dire, ottimo come nella precedente trilogia, con un Gigi Proietti che sostituisce degnamente il compianto Gianni Musy nel dare voce al vecchio Gandalf.

COMMENTONE FINALE:

Lo Hobbit a differenza del Signore degli Anelli presenta un tono più leggero (differenza che del resto notiamo anche nelle opere originali) ma non fatevi ingannare, non è assolutamente una "fiabetta" per ragazzini. Alterna momenti di epicità pura a scene divertenti ma mai invasive del piccolo esercito di nani. Effetti speciali meravigliosi, 3D realizzato in maniera eccellente e sonorità perfette per l'opera. Anche questa volta il maestro Peter Jackson ha saputo riproporre degnamente in chiave cinematografica l'opera del SOMMO Tolkien. 

Perciò se non l'avete ancora visto, CORRETE al cinema al più presto!!!

VOTO FINALE: 9

Lo Hobbit di Tolkien è più favolistico che epico, d'accordo: le aquile (e praticamente tutte le creature della Terra di Mezzo) parlano, le battaglie sono narrate in maniera abbastanza sbrigativa. Ma Jackson, a mio avviso, non poteva e non doveva distaccarsi del tutto dalle atmosfere del Signore degli Anelli. Ha dunque aggiunto le sequenze della distruzione di Dale ed Erebor e la battaglia di Moria. Tra l'altro la battaglia di Moria, Azog e le vicende che narrano del passato di Thorin, Jackson non le ha mica inventate: è tutto narrato nell'Appendice A de Il Signore degli Anelli nella parte intitolata LA STIRPE DI DURIN e, a mio avviso, ha fatto bene ad inserirle per meglio delineare il personaggio Thorin e, soprattutto, aggiungere un tocco di epica, ingrediente che in un fantasy è indispensabile. Poi è chiaro che ha ampliato lo spazio dato ad Azog ma per fare un buon film ci vuole anche un villain all'altezza e, visto che Smaug arriverà più avanti, ci voleva un credibile antagonista di Thorin, e chi meglio dell'orco che uccise suo nonno Thor? Per quanto riguarda l'introduzione di Saruman e Galadriel, beh anch'io l'ho trovata un po' forzata ma capisco che la finalità è quella di creare un maggior senso di continuità con la trilogia del signore degli anelli.


Visualizza Altro
#11

Lo so che esisteva nell'appendice del signore degli anelli, quando dicevo inventato intendevo nello Hobbit non in generale, mi rendo conto di essere stato poco chiaro XD Il fatto del Villain è relativo, questo è solo il primo capitolo, Azog bastava introdurlo all'inizio e farlo comparire alla fine nella battaglia dei Cinque Eserciti, d'altronde nel libro stesso all'inizio non ci sono grandi nemici, compaiono mano a mano che la storia procede..a mio avviso sarebbe stato migliore, poi è ovvio che la mia è solo un'opinione, il film non mi è dispiaciuto, però non ha saputo ripagare completamente la mia attesa, dato che era da Gennaio che guardavo quasi ogni mese il trailer(sono da ricovero lo so) XD Nota finale positiva la si deve fare a Gigi Proietti: sostituire Musy non era per niente facile, ma ci è riuscito secondo me egregiamente, mi è veramente piaciuto.


Visualizza Altro
#12

Beh Simone allora qua siamo tutti da ricovero! Penso che il trailer almeno una mezza dozzina di volte lo abbiamo visto in parecchi!

#13

A me è piaciuto da morire, colonna sonora epica, personaggi azzeccatissimi e ben caratterizzati, e se non è preciso al libro dico: ECCHISSENEFREGA! Anzi meglio. Così si può leggere il libro, vedere il film e sognare 2 volte anzicchè una sola!

#14

Visto sett scorsa in 3D e devo dire che è davvero notevole quello che PJ è riuscito a fare, alla faccia di Del Toro che ha abbandonato il progetto. Personalmente ho apprezzato molto di più questo primo cap de "Lo Hobbit", che il primo della trilogia del " "ISDA" .


Visualizza Altro
#15
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via