Da dove proviene la recente serie Netflix?

Originariamente pubblicato come una serie di brevi strisce sulla sua stessa, minuscola, casa di produzione chiamata Oily Comics, The End Of The Fucking World (TEOTFW) è stato il debutto di Charles “Chuck” Forsman nel mondo fumettistico a volumi e, per la quasi totalità dei lettori, è stato il primo approccio a questo autore. Datata 2011, la storia di James ed Alyssa è un road-trip che cattura sinteticamente la noia, la rabbia, la necessità di un "senso" e la disperazione tipica del periodo adolescenziale. Questi elementi si intersecano con un orrore antico, la cui conseguenza è una morbosa necessità di legami affettivi.

Alternare la narrazione dei capitoli fra i due protagonisti è una scelta semplice ed efficace che parla chiaro: non esiste una singola prospettiva per quel che sta accadendo. Da una parte abbiamo James, un giovane ragazzo disturbato che uccide animali e ferisce se stesso nel disperato tentativo di provare qualcosa, e dall’altra Alyssa, teenager che incarna perfettamente il rabbioso subbuglio adolescenziale. Quest’ultima è fortemente attratta dal buco nero emozionale di James, manifestato nei comportamenti da un silenzio, una sicurezza ed una determinazione insoliti per un ragazzo di quell’età. È proprio l’alone di quiete emanato da James ad attirare Alyssa, uno spazio silente complementare al suo rumore.

I due personaggi posseggono anche altre caratteristiche antitetiche: pur manifestando comportamenti molto più pericolosi rispetto a quelli di Alyssa, James è consapevole della presenza di qualcosa di sbagliato in se stesso. Per quanto i tratti di una personalità antisociale possano sembrare palesi, in ogni azione di James è però presente la possibilità di un’alternativa. Non è un atteggiamento innato. È la disperazione a guidarlo, quella volontà nel cercare di sentire qualcosa, qualsiasi cosa e a qualunque costo. Alyssa, invece, è nel pieno dell’ingenuità adolescenziale e non ha nessuna capacità di autoanalisi. Una ribelle senza causa che, a differenza di James, possiede una casa in cui tornare, seppur imperfetta. Una ragazza il cui impeto è solo un modo per mascherare la paura.

Ancora una volta, Alyssa e James non sono altro che il riflesso speculare di una problematica più ampia. Non è un caso che in TEOTFW quasi tutte le figure adulte ed autoritarie siano rappresentate come subdole, bugiarde, ipocrite e persino come assassine. Ed è qui che quell’orrore antico si manifesta: la necessità dei due ragazzi nel creare un qualsiasi tipo di legame, per quanto corrosivo e morboso possa essere, è il risultato di un passato che, a seconda dei comportamenti individuali, è stato caratterizzato proprio da ipocrisia, bugie e violenza. In soldoni: le colpe, le mancanze e gli errori dei genitori che ricadono sui figli. Una necessità malata che si rivela salvifica per entrambi, capaci di non andare completamente alla deriva in solitudine solo grazie a questo strano legame, come se fossero l’uno l’ancora dell’altro.

L’anima cartoonesca proveniente dalle strisce di Chuck Forsman è palese: tratti essenziali, semplici punti per gli occhi e una quantità spropositata di inquadrature di profilo. Persino gli animali morti presentano le tipiche “X” sul volto a rappresentare il loro stato. Tutto questo contribuisce all’idea di star leggendo una storia per ragazzini in cui qualcosa è andato terriblimente storto. Nonostante questa semplicità e la presenza di una quantità di linee di dialogo risicata, il linguaggio del corpo dei personaggi racconta sensazioni incredibilmente variegate. Stanchezza, noia e rabbia si concentrano in un paio di occhi che roteano, così come la tenerezza e la sensazione di comfort che provano James ed Alyssa vengono sintetizzate nelle vignette in cui c'è contatto fisico trai due.

The End Of The Fucking World è un fumetto insolito. Un’occhiata superficiale potrebbe portarci a considerare l’opera di Forsman come una semplice storia violenta dal tratto minimalista. Sbagliato. TEOTFW è un mondo silenzioso che richiede attenzione ed un fumetto complesso che si presta a numerose riletture. Niente è lasciato al caso e ogni dettaglio ha il suo peso nelle vicende che coinvolgono James ed Alyssa.

Non credo avrei potuto recensirlo meglio di così... è esattamente il mio punto di vista sotto ogni aspetto (tranne quello fumettistico che non conosco). Bravo 👏🏻

#1

Grazie, troppo gentile.

#2
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via