La Lucasfilm ha recentemente replicato alle numerose voci che ipotizzavano la presenza dell'attrice da poco scomparsa Carrie Fisher nei prossimi episodi della saga di Star Wars, grazie all'ausilio della CGI.

In particolare, è da poco andato in onda un servizio sulla BBC nel quale si è affermato che la Lucasfilm avrebbe utilizzato con Carrie Fisher la stessa tecnica cinematogrfica utilizzata in Rogue One: A Star Wars Story con l'attore scomparso Peter Cushing.

A tale proposito, la stessa Lucasfilm ha deciso di intervenire per chiarire la propria posizione e rassicurare tutti i fan della storica saga: "Normalmente non rispondiamo alle tante speculazioni che precedono le uscite degli episodi della serie, ma c'è una voce che circola e che vorremmo smentire. Vogliamo assicurare ai nostri fan che Lucasfilm non ha alcuna intenzione di ricreare digitalmente le prestazioni attoriali di Carrie Fisher come principessa o generale Leia Organa. Carrie Fisher è stata, è e sempre sarà parte della famiglia Lucasfilm. Era la nostra principessa, il nostro generale e, ancora più importante, una nostra grande amica. Stiamo ancora male a causa della sua perdita. Abbiamo a cuore la sua memoria e la sua eredità come Principessa Leia; e per questo cercheremo sempre di onorare tutto ciò che lei ha dato a Star Wars". Una dichiarazione definitiva che non lascia spazio a interpretazioni. 

Carrie Fisher è stata sepolta insieme con la madre Debbie Reynolds, deceduta il giorno dopo. La sua ultima performance sarà in  Star Wars: Episodio VIII che uscirà nei cinema il 15 dicembre 2017.

"Invece, di Peter Cushing, nun ce ne frega n'cazzo" va... 😂

#1
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via