George RR Martin, autore della saga fantasy Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (A Song of Ice and Fire), è tristemente noto al proprio pubblico a causa del suo flemmatico ritmo di scrittura. La scorsa settimana ad Albuquerque (New Mexico) Martin si è trovato seduto di fianco ad uno degli scrittori più prolifici in assoluto; la leggenda della letteratura horror Stephen King.

Il nostro sadico Martin non si è trattenuto e, rivolgendosi scherzosamente al collega, gli ha chiesto: "Come cXXXo fai a scrivere i tuoi libri così in fretta?"



"Quando penso di aver avuto sei mesi produttivi, significa che ho scritto tre capitoli" - ha aggiunto Martin - "tu nello stesso tempo finisci di scrivere tre romanzi!"

"Le cose stanno così" - ha spiegato King - "ci sono libri e libri. La regola comunque è che scrivo ogni giorno, imponendomi di buttare giù almeno sei pagine. Quindi, se devo scriverne in tutto 360 pagine, vuol dire che avrò bisogno di circa sei mesi".

A questo punto, Martin, un po' sconcertato, ha chiesto: "Ma non ti capitano mai quei giorni in cui non riesci a scrivere? Quei giorni in cui pensi di aver perso l'ispirazione o di non essere più in grado di continuare la stesura del libro?"

King ha spiegato di non soffrire mai di questo blocco, ma ha ammesso di comprendere il tipo di pressione cui lo stesso Martin è sottoposto mentre scrive Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: "I fan non fanno che assillarti per l'uscita del prossimo libro. Vogliono leggerlo immediatamente",  ha detto King. "Sono come i bambini."

Martin sta attualmente lavorando su The Winds of Winter, il penultimo volume della saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via