Precedentemente diffusa dal sito Rotten Tomatoes, poi confermata dal sito IGN, arriva la sinossi ufficiale di uno dei cinecomics meno attesi della prossima stagione cinematografica: The Fantastic Four.

Le ragioni della poca fiducia da parte del pubblico rispetto all'uscita di questa pellicola, sono da rintracciarsi principalmente nelle già annunciate differenze che il film avrà rispetto alla sua controparte cartacea. Dalle prime notizie ufficiali, infatti, si è subito compreso che la sceneggiatura del film non sarebbe stata affatto fedele alla tradizione fumettistica del quartetto, proponendoci, ad esempio, un Johnny Storm di colore, una Sue caucasica ma adottata e un Dottor Destino blogger con spiccate tendenze antisociali. 

Ma non finisce qui, perché la sinossi appena diffusa è destinare ad alimentare ancora di più il dilagante scetticismo generale. Leggete e piangete (o ridete, fate voi). 

Secondo quanto riportato, The Fantastic Four sarà una vera e propria rivistazione della famiglia più longeva di casa Marvel. I protagonisti saranno quattro giovani outsider che, una volta teletrasportati in un "universo alternativo e pericoloso", subiranno una profonda alterazione della propria forma fisica che li costrigerà a  cambiare per sempre le proprie vite. I quattro ragazzi dovranno imparare presto ad utilizzare al meglio i loro nuovi incredibili poteri, in modo da contrastare un ex amico divenuto cattivo.

Evidenti difformità rispetto alllo storico fumetto che, siamo certi, faranno storcere il naso a tantissimi fan in tutto il mondo.

La fedeltà della pellicola cinematografica rispetto al fumetto originale è un tema stra-sviscerato in questi anni (in realtà anche in quelli precedenti e in quelli precedenti ancora) e che è sempre stato fonte di aspre polemiche e grandi divisioni. Se da un lato ci sono i "puristi" dell'opera originale che pretendono la massima aderenza possibile; dall'altro, invece, ci sono i "tolleranti" che preferiscono un adattamento meno rigido che venga incontro alle esigenze di sceneggiatura.

Personalmente, credo che molto dipenda dal risultato finale. Se il prodotto è godibile, ben vengano anche delle piccole libertà (a patto di non snaturare del tutto il senso della storia originale). Viceversa, se deve venir su comunque una porcheria, almeno che sia priva di invenzioni insensate e illogiche. 

Scritto da Simon Kinberg e diretto da Josh Trank, The Fantastic Four, uscirà nelle sale il 7 agosto 2015.

Già il casting, a parte la totale infedeltà alla controparte cartacea che già è una cosa insopportabile a pelle (un po' come successe per il costume di Spidey in TASM), è totalmente insipido.
Cioè, a parte la marmocchia invisibile, a parte la torcia umana di colore che si commenta da sola, ma un nano con la faccia da pistola per Mr. Fantastic? Cioè, NO.

La pietr tombale di questo film, per me, è stata la notizia delle origini di Destino, che non è Victor Von Doom nè di nome nè di fatto.
A 'sto punto prendete pure un altro villain, no?

Di fronte a queste cose io voglio sempre provare ad essere tollerante, tendente al "prima vediamolo e poi ne parliamo", ma stavolta è NO.

Questo film per me non esiste. Punto.


Visualizza Altro
#1

non sono un grandissimo fan dei F4 ma neanche loro si meritano tutto ciò ! spero che alla proiezione di sto film ci siano tutte le sale vuote !!!

#2

Concordo pienamente! Deserte devono essere le sale!
Le nostre piccole vittorie, nella bolgia del web, le abbiamo già avute: Mary Jane ridotta a quel cesso obeso della Woodley in TASM2?! No grazie.
Dissenso popolare. L'hanno tolta dal terzo film e hanno buttato persino le scene già girate per il secondo.
Com'era giusto che fosse.

Il dissenso popolare può vincere anche stavolta.
Boicottiamo questa merdata gente!


Visualizza Altro
#3
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via