Ben ritrovati, amici di The Walking Rec!
Mi scuso con tutti voi, numerosi fanboys e fangirls, per l'assenza della scorsa settimana. Ero ad Hollywood con i miei nuovi amici a commentare live la puntata 12 di The Walking Dead.

Ma ora sono tornato e la racconto anche a voi che ci tenevate tanto, lo so.
- Ma chi ti si incula, borioso e sedicente umorista? -

Iniziamo naturalmente con l'episodio 12, una puntata interamente imperniata sull'irrefrenabile bisogno di alcol di Ebethe.
L'impellente necessità di sbevazzare è ben motivata dalla biondina con questo discorsetto qui: "Mio padre aveva un passato da alcolista e non voleva che io bevessi. Adesso è morto ed io voglio bere." 
Non fa una piega. E, per rafforzare ancor di più la fondatezza delle sue solide argomentazioni, Ebethe chiarisce il concetto a Daryl con un bel dito medio che è un chiaro omaggio all'Albertone nazionale.

I due, durante i lori pellegrinaggi per le sconfinate campagne della Georgia, giungeranno in un golf club; qui scopriremo che anche loro, come Michonne, sono gravemente menomati: non hanno olfatto! All'interno dell'edificio, infatti, ci sono decine e decine di cadaveri ammonticchiati, impiccati e decapitati ma i due, forse assuefatti dal puzzo d'ascella di Daryl, non fanno una piega.
Purtroppo, però, al golf club si beve solo grappa alla pesca. E qui interviene Daryl con un perentorio: "La tua prima sbronza non sarà con un grappino alla pesca!"
Una frase da vero badass. Perchè lui, alla grappa alla pesca dice "NO!"

Gli sceneggiatori decidono di calare Daryl nel ruolo del rabbioso tormentato di poche parole che, per sbollire la frustrazione di essere rimasto solo con la meno figa del gruppo, sfoga la sua ira contro chiunque. Ma proprio chiunque: 

I due si recheranno in una distileria clandestina ben nota al furioso balestriere così che Ebethe possa ubriacarsi con una sbobba etilica di dubbia provenienza.

Dopo una serie di dialoghi e scene a random tra abbracci, insulti, pianti di Daryl e risate di Ebethe, i due daranno fuoco alla distilleria. Non prima di avere, nuovamente, sventolato con fierezza il dito medio, vero filo conduttore dell'episodio.

E qui parte un grandissimo pezzaccio country che chiude la puntata! Enjoy:



Dai, tutti insieme con le mani in alto: "But there's gonna be a party 
WHEN THE WOLF COMES HOMEEE!"

Con invidiabile continuità stilistica anche l'episodio 13 si apre con un pezzaccio country. Welcome to Marlboro Country.
Ed ecco comparire lungo una strada solitaria il mito, l'Uomo, IL Protagonista (con la P volutamente maiuscola), il beniamino di tutti i telespettatori, o comunque il mio beniamino: Bob Durocinqueepisodi ormai diventato Bob Highlander.
Perchè ne resterà soltanto uno, e questo 'uno', porca miseria, sarà Bob.
In realtà l'inizio è un un flashback: Bob è da solo a sopravvivere finchè Daryl e Glenn Grant non lo salveranno. Ma l'immortale sedicente medico li avvisa: "prima di voi ho fatto parte di altri due gruppi... e poi sono rimasto solo io".
Insomma, glielo aveva detto che portava sfiga come il bidello Jona de I Ragazzi della Terza C, ma loro non hanno voluto sentire. 

Il trio composto da sorelladiTyreese, Maggie e Bob Highlander si incammina, con vari tira e molla, lungo la ferrovia.
Maggie, convinta che la misteriosa località Terminus, che compare su mappe sparse in ogni dove, sia il paradiso del sopravvisuto lascia imperecettibili segnali al marito Glenn Grant.

Ma, naturalmente, questo Terminus (località volutamente ignota anche ai lettori del fumetto, per evitare che fosse una tragedia annunciata) sarà una trappola. Anche l'Ammiraglio Ackbar è d'accordo con me:

Dimenticavo: nota di merito a Bob che da anche una bella limonata a sorelladiTyreese.

Ma c'è anche una bella botta di tensione nell'episodio, dopo un pranzetto luculliano all'interno di un obitorio (ma va, che forse era un trappolone pure questo?), Ebethe viene rapita e portata via! E, speriamo, con le sue canzoncine ce la siamo tolta dalle scatole per un po'.
Daryl parte alla ricerca ed incontra un nuovo gruppo di persone comandate da tale Joe. Insomma, nuove comparse pronte per il macello.
- Saputello, guarda che la prossima stagione verrà lanciato uno spin-off della serie, e se fosse un escamotage per introdurre i nuovi personaggi? -
Naaa, sono solo comparse da macello. 

Bob, riuscirà mettere la palla 8 in buca d'angolo?
Chi verrà sterminato a Terminus?
I miei amici di Hollywood mi metteranno il follow su Twitter?

Queste e molte altre risposte nel prossimo appuntamento con The Walking Rec. 

Ah, siccome è di gran moda vi saluto pure io con un elegante...

Un sagace esempio di modalità stealth!
Che poi nella serie viene più volte detto che in mezzo al puzzo degli zombies gli altri non-morti non ti riconoscono (vedi quando si cosparsero di budella nella stagione 1), TUTTAVIA se entri in una stanza chiusa piena di cadaveri non c'è alcun odore... mirabilie di una sceneggiatura incoerente e, ripeto, poco d'atmosfera.


Visualizza Altro
#4

Se non sbaglio inizialmente ci si preoccupava del sangue infetto, problema a quanto pare risolto data l'enorme quantità che riempie i loro visi ( arrivando certamente anche agli occhi ) , alla fine dei suggestivi corpo a corpo con gli zombies

#5

Si è sentita la mancanza di TWR ma secondo voi Ebethe è brutta? io.... mmmmmm be be be non paragonabile alla sorella ma... be be be
Spite

#6

Ma vedi Spite, probabilmente non è neanche brutta ma paga pesantemente l'imtollerabile pesantezza/stupidità del personaggio Ebethe.

#7

Questa cosa del sangue me la chiedo anche io da un po'..impossibile che non arriva agli occhi o alla bocca..mmm.

#8
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via