Il detto dice "Chi va piano va sano e va lontano". Sicuramente Kieron Gillen segue la prima parte, ma forse non la seconda. Perché sì, Deicida procede bene, ma non bene come speravo. E' vero che la storia ha avuto una svolta inaspettata, ed è anche vero che vediamo Tony Stark in una veste inedita, ma è evidente che l'autore inglese si trattiene. Si trattiene eccome!
Se in due episodi la vicenda è stata narrata frettolosamente, mi chiedo come potrà la parte tre salvare il tutto. Ad addolcire l'atmosfera, però, ecco i sempre scintillanti disegni di Greg Land. Questo disegnatore americano fa bene ovunque vada. Una prova la si può trovare sfogliando le pagine de Gli Incredibili X-Men degli ultimi anni. Se leggo con piacere le recenti storie di Iron Man è proprio grazie a lui.

I New Avengers, finalmente, arrivano al cuore del problema che li tiene impegnati da quattro numeri. Potrebbero, però, non farcela. O potrebbero farcela sacrificando le persone che sono diventate in questi anni. Con una storia come questa, seppur non ancora conclusa, Jonathan Hickman merita davvero un plauso. Nonostante i protagonisti siano gli uomini più intelligenti del pianeta, la situazione li riduce a una condizione di impotenza mai vista prima. Uomini forti, uomini integerrimi, uomini con un incrollabile fede nelle proprie capacità rimangono smarriti di fronte a una minaccia apocalittica. Per quanto riguarda il comparto grafico, il disegnatore Steve Epting fa bene il suo dovere: le espressioni dei visi sono cariche di solennità e di meraviglia, merito anche delle chine di Rick Magyar e dei colori dell'arcinoto Frank D'Armata.

Anche gli autori di Hypervelocity dimostrano di saperci fare. La vicenda diventa più intrigante e coinvolgente, svelandoci qualcosa e lasciandoci dei dubbi. E' una storia che poteva benissimo essere inserita nella continuity ufficiale di Iron Man sei anni or sono. Se non fosse una saga ripresa dopo anni, avrebbe potuto influire sulla vita di Tony Stark e, sebbene il protagonista sia un software che emula il playboy, comincio ad affezionarmi a Tony Stark 2.0.

Tiriamo le somme. Iron Man di Gillen e Land soddisfa principalmente per i disegni di quest'ultimo. New Avengers di Hickman ed Epting è un successo su tutta la linea. E Hypervelocity di Warren e Denham è una bella sorpresa.
Detto questo, mi sento di consigliare ai Marvel fan questa testata, per ora, solo per gli ultimi due story-arc. Per i fan di Iron Man posso dire questo: resistete ancora. Prima o poi usciremo da questi tempi bui, anche perché una luce in fondo al tunnel si vede già. Questa luce è una testata firmata dal grande e potente Brian Michael Bendis e dal magnifico Steve McNiven. Una testata iniziata questo mese che racconta le vicissitudini di un gruppo di eroi galattici...

Voto Globale: 7,5

#1
#2
#3
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via