Con l'avvento del Marvel NOW! la Casa delle idee ha dimostrato di voler riportare alla ribalta il gene-X.
Dopo l'età dell'oro dei mutanti, gli anni '90, periodo in cui le X-testate stracciavano i record di vendite (il numero #1 di X-Men di Chris Claremont e Jim Lee del 1991 è tutt'ora il fumetto più venduto della storia), gli albi a loro dedicati hanno subito un periodo di appannamento e neanche importanti eventi recenti come Schism sono riusciti a riportare l'antica popolarità.
Tuttavia gli stravolgimenti seguiti ad AVX (Ciclope nella nuova veste di terrorista su tutte) hanno creato un momento propizio per ripartire alla grande. Così, dopo anni di successi sulle testate dedicate ai Vendicatori, Brian Michael Bendis, incontrastato deus ex-machina della recente storia Marvel, prende il timone di 2 serie mutanti (Uncanny X-Men ed All-New X-Men). Oltre al ricorso a Bendis, la volontà della Casa delle Idee di rilanciare in grande stile gli uomini-X è testimoniata dal gran numero di testate ad essi dedicate: oltre ai già citati All-New ed Uncanny, infatti, vedremo X-Men Legacy, Cable & The X-Force, Uncanny X-Force, gli X-Men al femminile di Wood e Coipel, gli Uncanny Avengers di Remender e Cassaday (serie validissima e dal 51% di contenuto mutante) e, infine, le testate dedicate a Wolverine!

Panini ha deciso di suddividere su più mensili questa mole di X-albi. Dunque, dopo aver letto Gli Incredibili Avengers e nell'attesa di mettere le mani a settembre su Gli Incredibili X-Men, questo giugno vede l'esordio de I Nuovissimi X-Men, mensile su cui verranno pubblicati All New X-Men ed X-Men Legacy.

Il debutto è in grande stile con 6 cover: regular, variant Skottie Young, variant Manara, variant FX di Paolo Rivera (con tanto di t-shirt allegata col faccione di Ciclope), personalizzata ed ultravariant.

 

All New X-Men di B.M.Bendis/S.Immonen
Scott Summers è ormai considerato un criminale fuori controllo, insieme ad Emma e Magneto sta reclutando i nuovi mutanti che fioriscono in tutto il mondo dopo l'avvento della Fenice. Gli X-Men non vogliono andare allo scontro diretto per evitare un'altra guerra civile, allora Hank Bestia McCoy torna indietro nel tempo per riportare lo Scott del passato insieme agli X-Men originali (Uomo-Ghiaccio, Angelo, Jean e lo stesso Hank) ai giorni nostri e far ragionare il Ciclope presente.
Quando fu presentato il nuovo piano editoriale Marvel NOW, apprendendo dell'espediente narrativo su cui si basava la nuova (o meglio nuovissima) testata di Bendis, mi riferisco al salto temporale ed al ricorso ai 5 X-Men originali con le loro tutine old-fashion, avevo avuto più di una perplessità. 
Mi sbagliavo. 
Sono proprio i 5 X originali, peraltro ottimamente caratterizzati, il punto di forza dell'albo mentre il vero cardine della storia è rappresentato dallo stridente confronto tra ciò che rappresentavano gli X-Men del passato e ciò che sono invece diventati i mutanti del presente.
I disegni di Immonen sono semplicemete STREPITOSI, un artista in grande crescita per una testata di grande prospettiva.
Spesso per promuovere gli albi #1 la frase abusata è "il punto di ingresso ideale per nuovi lettori". Mai come stavolta è vero: I Nuovissimi X-Men piaceranno sia ai vecchi fan dei figli dell'atomo (anche a quelli stufi delle recenti storie prive di spunti signficativi) che ai nuovi lettori che decideranno di accostarsi al mondo mutante.

X-Men Legacy di S.Spurrier/T.E.Huat
La testata Legacy, dopo aver avuto in passato come protagonisti il prof.X e Rogue, nella sua versione NOW è incentrata su David Haller, meglio noto come Legione, il figlio di Charles Xavier.
Legione è un pesonaggio potenzialmente molto affasciante: è un mutante di classe omega (in pratica potentissimo) e soffre di un disturbo schizoide: ha personalità multiple ognuna delle quali possiede uno specifico potere mutante.
Spurrier divide le avventure di David su due diversi piani: un piano mentale, una prigione immaginata dallo stesso Legione in cui vengono tenute sotto controllo tutte le sue personalità, ed un piano reale in cui si ritroverà a lottare per mantenere il controllo di se dopo la scioccante notiza del tragico destino di suo padre.
I disegni di Tan Eng Huat non sono certo memorabili ma si dimostrano comunque funzionali alle psichedeliche avventure di Legione; bellissime e molto originali, invece, le cover di Michael del Mundo.

Insomma I Nuovissimi X-Men con questo #1 si presenta alla grande, portando una bella ventata di novità nell'universo mutante Marvel.

Ah, dimenticavo: Cyclops was right!

la cover con i 5 X-men classici fa un po' tristezza però, diciamocelo!

#1

bello il numero (e la t-shirt è fichissima!!!)

#2
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via